Risultati della ricerca

Si può collegare due unità immobiliari in condòmini diversi?

Pubblicato da Appartamentiusati.it il 11 Giugno 2019
| 0

Se state pensando di collegare due unità immobiliari che appartengono a due condomini diversi, ecco che arriva lo stop da parte del Tribunale! Collegare due unità abitative con abbattimento del muro divisorio, equivale infatti a porre a servizio le parti dell’uno all’altro condominio e viceversa: comporterebbe quindi una modifica di destinazione della funzione dei beni comuni che sono al servizio di proprietà estranee al condominio, venendosi a creare una situazione equivalente alla servitù.

Insomma, collegare due unità immobiliari appartenenti a condomini diversi è possibile solo se tutti i condòmini sono d’accordo, e siccome si tratta di una servitù, il consenso deve essere in forma scritta. Un principio ribadito anche di recente dal Tribunale di Milano nella sentenza 1138 del 15 febbraio 2019, in cui si era esaminato un caso concreto.

Nel caso specifico, il collegamento tra le due unità immobiliari era stato realizzato da chi era già proprietario di un’unità immobiliare nel condominio adiacente, dopo consenso espresso del locatore che era condòmino nel primo condominio. L’intero condominio però ha chiesto la tutela dei beni comuni e ha chiesto il ritorno allo stato precedente.

Il Tribunale non ha ritenuto sufficiente l’autorizzazione del condòmino-locatore e l’ha considerata come fonte di responsabilità nei rapporti interni. Rigettata anche la domanda di una condanna con risarcimento monetario per “eccessiva onerosità”. In sostanza ogni caso sarà valutato a sé, fermo restando che il risarcimento sarà proporzionato ai lavori che sono stati realizzati, e su quella base saranno calcolati i termini di ripristino della situazione precedentemente in essere.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Confronta Annunci